Appuntamento ad Amalfi il 3 e il 5 giugno, per rivivere l’epopea delle Corsare Azzurre?

Regata storica di Amalfi, ph.Massimo Pica.
Regata storica di Amalfi, ph.Massimo Pica.

Amalfi (SA) – Una nuova gara con equipaggio misto, con la presenza per la prima volta di donne, farà il suo esordio quest’anno in occasione della 66esima Regata storica delle Antiche Repubbliche marinare che si terrà ad Amalfi dal 3 al 5 giugno 2022. La novità della presenza di rematrici nella storica regata è stata annunciata dal sindaco Daniele Milano. Il Comitato generale delle Antiche Repubbliche marinare ha, infatti, approvato all’unanimità l’istituzione della nuova gara, che si svolgerà sempre su galeoni, con equipaggio misto, con donne e non più di 4 uomini, sulla distanza di mille metri. La Regata delle Antiche Repubbliche, inizialmente simbolica, nel tempo ha assunto un significato agonistico sempre più importante, grazie alla partecipazione di grandi campioni del canottaggio, con l’arrivo di atlete tra gli equipaggi si rende giustizia ad un movimento, quello del canottaggio femminile, che da anni ha guadagnato rispetto e considerazione tra gli addetti ai lavori e tra gli appassionati di questa disciplina sportiva. Celebre, nella “Storia del Canottaggio italiano”, è l’episodio, nel giugno del 1933,  dell’apertura di una sezione femminile della Società Canottieri Firenze, che fu presa letteralmente presa d’assalto da una ventina di ragazze, una quindicina delle quali fu messa subito in acqua, agli ordini del timoniere Davide Tempesti. Col passare delle settimane, si formò un primo equipaggio da quattro, le “Corsare Azzurre” furono subito ribattezzate dalla stampa sportiva dell’epoca. Le quattro corsare si chiamavano: Licia Tempesti, Ogarita Tempesti, Lemy Jörg e Floriana Riccardi e dimostrarono immediatamente di non aver nulla da invidiare ai colleghi, vogando con passione e determinazione in tutte le gare alle quali parteciparono. Alcune splendide foto dell’Istituto Luce immortalano ancora le ragazze alle prese con la propria imbarcazione sotto Ponte Vecchio. Quasi 90 anni dopo, ancora delle giovani donne avranno la possibilità di misurarsi in uno sport e in una gara che richiede forza, determinazione e coraggio, tutto quello che non è mai mancato alle donne, già perché “essere donna è una sfida che non annoia mai”, lo scriveva un’altra famosissima ragazza di Firenze, Oriana Fallaci.

di Luigi De Rosa

Link utili: https://comune.amalfi.sa.it/regata-delle-antiche-repubbliche-marinare/

Le corsare azzurre, Firanze giugno 1933 - Storia del canottaggio
Le corsare azzurre, Firenze giugno 1933 – Storia del canottaggio: http://www.canottaggio.org/1_news/2019_2news/0501_femminile.shtml
Stampa