“Ali in tasca” di e con Simone Maghernino, qualcosa di veramente speciale da ascoltare e riascoltare

Simone Maghernino
Simone Maghernino

San Severo – Dal 7 maggio è disponibile su Spotify, Amazon ed Apple Music “Ali in tasca” primo singolo di Simone Maghernino, 22enne di Foggia. “Per gli altri non sono chi sono, io sono chi sembro”, inizia così la canzone e bastano questi pochi versi per rivelare a noi ascoltatori la volontà di Simone di abbattere ogni pregiudizio e far dimenticare che dietro questo progetto, svolto con professionalità e passione impeccabili, c’è un 22enne che soffre di quel disturbo del neurosviluppo chiamato spettro autistico. Ma chiudete per un attimo gli occhi e ascoltate semplicemente i versi del brano: “Gli occhi avventati che puntano il dito, che alzano muri e poi abbassano gli sguardi. Ora ascolta ti dico chi sono, un ragazzo che sogna. Che ha voglia di fare, di stare, ha voglia di essere. Di vivere la vita che mi è stata data a testa alta, sì, proprio come te”. “Ali in tasca” è il suo piccolo grande miracolo, un traguardo che è anche un punto di partenza, un inno al riscatto in questa “società dello scarto” come l’ha definita Papa Francesco. A San Severo, dove vive, l’intero Paese è orgoglioso di lui, a raccontarlo all’ANSA è Luisa Sordillo, sua madre, autrice del testo. “Il merito, lo sanno tutti, è soprattutto il suo, del ragazzo che da anatroccolo si sta trasformando in un cigno, che con la sua voglia di farcela è riuscito ad abbattere quei muri e quegli sguardi di chi crede che l’autismo debba per forza essere invalidante. Simone ha spiegato quelle ali ed è pronto a volare nel mondo della musica, che si arricchisce così di un interprete e di un progetto musicale capace di rompere gli schemi per valorizzare il bene più prezioso: la libertà di essere se stessi”. Simone ha sempre cercato di portare avanti le sue passioni, come il basket, l’informatica, ma soprattutto la musica, studiando anche pianoforte. E così, piano piano, passando dal cantare a squarciagola le canzoni dei suoi artisti preferiti nella sua cameretta, col coraggio e l’incoscienza di chi non si arrende, è riuscito ad incidere un suo brano che oggi è disponibile nei più noti digital store. Con l’aiuto di sua madre Luisa e del cantautore Ilario de Angelis, autore della musica e di Edgardo Caputo, che ha arrangiato e mixato il brano, è nato “Ali in tasca” (EDRECORDS STUDIO). Quattro minuti intensi, un invito ad eliminare il filo spinato dell’indifferenza, ricucendo il sentimento della fratellanza e dell’accettazione di chi non è come noi. Ancora una volta devo dare ragione a Walt Disney: Se puoi sognarlo, puoi farlo.
di Luigi De Rosa

Simone Maghernino (feat. Ilario de Angelis)
Simone Maghernino (feat. Ilario de Angelis)
Stampa