Verso le elezioni politiche 2018: fermento nei partiti in Costiera

Nello Di Nardo
Nello Di Nardo

manniello-francoSi vivacizza il confronto politico interno ai partiti nell’area costiera-stabiese dove cominciano a prendere forma le ipotesi di candidature parlamentari con gli aspiranti onorevoli e senatori impegnati a corteggiare i big dei partiti per ottenere “candidature quanto più blindate è possibile”. Nel centro-destro sembra sicura la candidatura al Senato di Nello Di Nardo, stabiese sorrentinizzato che è già stato senatore prima con Udc e poi con Italia dei Valori. Successivamente, da segretario regionale campano del partito di Antonio Di Pietro, è stato fiduciario del Presidente della Regione Campania Enzo De Luca per il quale si è occupato di Protezione Civile fino a qualche mese fa quando, senza apparenti motivazioni, si è dimesso dalla carica per annunciare il passaggio a Forza Italia. Da settimane Di Nardo è impegnato a organizzare la campagna elettorale avendo certezza della candidatura, al contrario di Giuseppe Cuomo, sindaco di Sorrento, che sembra non aver trovato i riferimenti giusti in Campania per spuntare una candidatura tra gli eleggibili. Secondo i rumors cittadini Cuomo avrebbe sollecitato direttamente l’entourage di Silvio Berlusconi, addirittura contattando il fratello Paolo, per garantirsi il posto in lista che gli consentirebbe, in caso di elezione, di sfilarsi dalla guida del Municipio anzitempo anche per il riaprirsi di spinose questioni legati a “boxlandia” che l’hanno visto al centro di un’interrogazione parlamentare del Movimento 5 Stelle da tempo in prima linea nel fare le pulci al primo cittadino di Sorrento e alla sua maggioranza. Proprio oggi Rosario Lotito, ex candidato sindaco a Sorrento e tra i punti di riferimento più attivi del Movimento nella Penisola Sorrentina, ha annunciato di presentarsi alle Parlamentarie, la preselezione del Movimento per la scelta dei candidati alle elezioni. Nello stesso tempo il Meetup Penisola Sorrentina ha annunciato la decisione di presentare la lista a 5 Stelle alle amministrative di Sant’Agnello dove si ricandida per il quarto mandato il sindaco Piergiorgio Sagristani. Proprio Sagristani sta cercando di spuntare una candidatura parlamentare a elezione quasi certa, ma sul fronte del centro-sinistra. Nel PD non c’è spazio e per lui si prospetterebbe un posto nella lista del Ministro della Salute Lorenzin affiancata al PD e pronta a raccogliere qualche posto nelle quote di riserva. Un’occasione che Sagristani non vorrebbe perdere anche se si tratta di contendersi voti col collega-amico sindaco Cuomo. Il PD solo da qualche settimana è alle prese col rebus della candidatura parlamentare. I Circoli hanno cominciato a discutere e non c’è accordo sull’ipotizzata investitura di Giovann Staiano, vice sindaco di Massa Lubrense, approdata di recente al PD dopo una lunga frequentazione di PdL e Forza Italia. I suoi stretti rapporti con Maria Elena Boschi non sembrano avergli spianato la strada per la determinazione di gran parte dei circoli peninsulari a indicare un candidato doc quanto ad appartenenza al PD. Intanto il leader del PD in Regione Campania, Mario Casillo, punta sull’imprenditore stabiese-sorrentino Franco Manniello che sarebbe in pole position per una candidatura a elezione garantita. Se ne discuterà lunedì 8 gennaio 2018 a Castellammare di Stabia dove si riuniranno i Segretari dei Circoli PD peninsualri con quello stabiese Nicola Corrado.

Stampa