Grande serata al Teatro Antico di Taormina con Riccardo Cocciante

Anna Laudati e Marina Bozza concerto di Riccardo Cocciante Taormina
Anna Laudati e Marina Bozza concerto di Riccardo Cocciante Taormina

( di Anna Laudati e Nunzia Marina Bozza)

Grande successo a Taormina per il concerto di Riccardo Cocciante.
Il famoso artista internazionale si è  esibito insieme ai componenti della sua band per quasi tre ore di spettacolo, nel suggestivo Teatro Antico, teatro invidiato in tutto il mondo per bellezza e unicità, scavato nella roccia infatti, ha sullo sfondo l’Etna ed il mar Ionio facendo da cornice perfetta ad una serata di alta qualità artistica musicale.
Riccardo Cocciante, che ha con il suo pubblico un rapporto quasi confidenziale, ha aperto il concerto con un successo del 1980, Cervo a Primavera, Celeste Nostalgia, Margherita per poi proseguire con Quando finisce un amore e tanti altri successi che lo hanno reso un artista di fama mondiale.

 Presenti alla serata anche il cast di Giulietta e Romeo,e  di Notre Dame de Paris che hanno allietato il pubblico con le note e le musiche di queste opere.

Cocciante ha cantanto tanti brani del suo repertorio ma ha anche interpretato molti pezzi del suo famoso spettacolo musicale Notre-Dame de Paris tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo.

Ricordiamo  che le musiche sono state scritte da Cocciante e che il musical è stato visto da quasi venti milioni di persone in tutto il mondo. La grande orchestra è stata diretta dal maestro Leonardo De Amicis.
Il pubblico è  stato totalmente rapito dalla forza, dalla grinta e dalla simpatia dell’artista che  li ha coinvolti con parole e piccoli aneddoti, gli spettatori hanno risposto con applausi lunghi, cantando a memoria i pezzi più famosi del repertorio dell’artista.

Ma è la parola amore il filo conduttore del concerto ed è proprio questo il consiglio che ad un certo punto Cocciante rivolge a tutti i presenti “Amore è il consiglio che vi do, amore, amore, amore,e lo dico anche sempre ai giovani che si approcciano alla musica, bisogna cantare non per apparire, ma per comunicare a Voi pubblico qualcosa che sta qui nella nostra anima, io vi do qualcosa e voi mi ridate molto di più”. Riccardo Cocciante sul palco non perde un colpo, l’ artista nato a Saigon da madre francese e padre italiano nel 1946, si muove si agita, salta e canta con tutta la voce che ha, sempre di più, senza risparmiarsi dando tutto quello che può e il messaggio arriva. Gli spettatori lo  hanno seguito e lo hanno accompagnano con entusiasmo, con applausi lunghi, con numerose standing ovation e soprattutto cantando, cantando con lui anche canzoni vecchie di decenni.
L’artista per due volte ha salutato e per due volte è stato richiamato con applausi e urla da tutti i presenti ritornando in scena e regalando ancora momenti emozionanti e commoventi sotto le stelle di una calda notte siciliana.

Stampa