Napoli, appello del Sindaco: senso di responsabilit

Circoli Nuova Italia
Circoli Nuova Italia

NAPOLI – Sull’annunciata serrata delle attività produttive partenopee contro l’Amministrazione Comunale il Sindaco Luigi De Magistris ha diffuso il seguente comunicato: “A seguito della dichiarata volontà dell’amministrazione di aprire un tavolo di confronto con le associazioni del commercio, per poter affrontare in tempi rapidi il tema della mobilità cittadina e delle problematiche relative alle attività economico-commerciali, l’amministrazione rivolge un appello affinchè si sospenda la serrata indetta per la prossima settimana, compiendo così un gesto di responsabilità dettato dal momento difficile che sta vivendo la città e a cui si deve rispondere con unità e spirito di collaborazione“. Ieri è stata una giornata molto critica sul fronte delle contestazioni all’indirizzo del Comune. Le Associazioni, la società  civile e i cittadini si sono riuniti in piazza Municipio a Napoli, per protestare contro l’attuale amministrazione comunale, ed in particolare contro le politiche sponsorizzate dal primo cittadino partenopeo Luigi De Magistris. Movimenti politici, gruppi organizzati, associazioni e quant’altro, si sono riuniti in città per gridare la propria insoddisfazione contro l’operato del primo cittadino. “Mancanza di spazi verdi, politiche sociali inesistenti, viabilità in tilt, aree a traffico limitato che sembrano aver scontentato numerose frange della popolazione, progetti annunciati e mai partiti, come la democrazia partecipata tanto declamata da De Magistris in campagna elettorale”. Presenti alla manifestazione tra gli altri, i Circoli Nuova Italia di Napoli, per porre fine alla cattiva gestione della nostra città da parte del Sindaco. “I problemi sono purtroppo numerosi, dalla Ztl, alla presenza sempre più assidua di venditori abusivi per le strade della città, alla cattiva manutenzione delle strade cittadine, al problema dei rifiuti”,  dichiarano in maniera congiunta il Portavoce di Nuova Italia, Rosario Lopa ed il responsabile organizzativo Alfredo Catapano: “Dopo due anni di amministrazione dello sceriffo dell’effimero, manifestiamo per sancire il suo totale fallimento nell’amministrare questo territorio. Non è riuscito a risolvere il problema dei rifiuti e dell’abusivismo commerciale, con le sue politiche in materia di viabilità  sta finendo di uccidere i negozi della città  che già sofferenti dalla crisi nazionale vedono i propri clienti andare a spendere nei centri  commerciali pur di bypassare la ztl, della chiusura dell’Ippodromo di Agnano dove il primo cittadino non si e per nulla interessato del destino dei dipendenti e dei cavalli, che corrono il rischio di essere mandati al macello.  Per non parlare   dell’utopico lungomare liberato, che in realtà  è un lungomare chiuso ed allagato, ed  in tal senso, è auspicabile che  Sindaco  e Giunta dedichino più  tempo alla risoluzione delle problematiche del territorio“.

Stampa