De Magistris, confronto per rafforzare Napolisociale

Luigi De Magistris
Luigi De Magistris

NAPOLI – “Il Comune di Napoli, nonostante sia l’epicentro di una crisi economica drammatica e nonostante si trovi in una condizione di predissesto avendo aderito al decreto 174, fino ad oggi non ha chiuso nessuna società riconducibile all’amministrazione e non ha proceduto ad alcun licenziamento. Quest’ultimo è un dato su cui ci auguriamo possa riflettere tutta la cittadinanza perchè non è un dato scontato, essendo invece il frutto di un nostro sforzo e di un nostro impegno all’interno di un quadro economico e finanziario drammatico per l’ente. Per quanto riguarda Napolisociale è necessario proseguire il tavolo di confronto fra i diversi soggetti coinvolti per raggiungere un rafforzamento della società. Si tratta di operazioni che non risolvono un problema complesso e una situazione difficile, ma sono un segnale politico forte di quale sia la volontà della nostra amministrazione: vicinanza ai lavoratori e alle lavoratrici di Napolisociale, ma anche rilancio e valorizzazione dei servizi sociali internalizzati. Per questo è essenziale lavorare tutti insieme – sindacati, management, lavoratori e Comune – perché la società sia messa in solidità prima dell’estate”. Lo afferma il sindaco di Napoli Luigi de Magistris a conclusione dell’incontro avuto oggi con i sindacati e la dirigenza di Napolisociale insieme agli assessori Palma, Panini e al vicesindaco Sodano. Durante l’incontro l’amministrazione ha annunciato che, entro due giorni, avverrà il pagamento di quasi 300 mila euro, i quali si aggiungono ai 200 mila già previsti e che sono in corso di liquidazione. Inoltre Napolisociale emetterà un prestito obbligazionario di un milione di euro, di cui 500 mila euro sottoscritti nei prossimi 15 giorni.

Stampa