Sen. Lauro: solidarietà al Patriarca Shenuda e ai cristiani copti

ROMA – A proposito di “libertà religiosa”  il Sen. Raffaele Lauro (PDL ha rivolto un invito ai Senatori affinchè aderiscano alla proposta dei 100 parlamentari europei, ad Alessandria d’Egitto, per esprimere solidarietà al Patriarca Shenuda e ai cristiani copti, vittime della violenza e dall’intolleranza religiosa. Riprendendo l’iniziativa, lanciata ieri alla Camera dei Deputati dagli onorevoli Binetti (UDC), Scandroglio (PDL) e Bobba (PD), per assumere una comune iniziativa sulla libertà religiosa, dopo la positiva convergenza parlamentare, manifestata, al Senato e alla Camera, per la difesa di questo diritto universale, che ogni uomo deve poter vivere senza subire discriminazioni e violenze, il sen. Raffaele Lauro (PDL) ha formulato, stamani, una proposta analoga a tutti i colleghi del Senato: iniziare un percorso, a livello internazionale, da costruire insieme con i parlamentari europei, cercando di coinvolgere anche altri parlamentari del mondo intero, in un unico appello per la libertà religiosa, ponendo fine al silenzio delle istituzioni, per sostenere la voce sommessa di chi prova a protestare, senza consentire che questa voce, che spesso appartiene a minoranze più fragili, venga messa a tacere, spesso anche in modo violento. La proposta consiste nel progettare e nel realizzare un incontro ad Alessandria d’Egitto con il Patriarca Shenuda per stare, con lui, a fianco dei cristiani copti, vittime di una violenza simile a quella che sta colpendo, con dimensioni sempre più vistose, i cristiani nel vicino oriente. “Se vogliamo salvare l’Occidente cristiano e costruire ponti di dialogo e di pace anche con il mondo islamico pacifico, sottraendolo alle influenze nefaste e agli estremismi fanatici del terrorismo di matrice religiosa, dobbiamo uscire allo scoperto, senza rimanere, illusoriamente, rimpannucciati nel nostri ipocriti ed egoistici silenzi.”

Stampa